Vorrei…

“…e trova le parole per calmare
quest’acqua che si mescola col sale
quest’onda sulla riva delle ciglia
che un po’ t’incanta e un po’ ti meraviglia…”
Francesco De Gregori, Le Lacrime di Nemo

Se a San Lorenzo avessi visto qualche stella cadente avrei avuto tanti, tanti, desideri da esprimere.
Avrei chiesto di avere più pazienza e di non arrabbiarmi mai.
Di far dormire tutta la notte i miei bimbi meravigliosi. (Tutta eh senza interruzioni.) Un’estate lunga e atipica e ritardataria, ma che duri almeno fino a fine Ottobre.

Nessun Dorme

Il sorriso di mio fratello. E anche quello dei miei genitori. Di nuovo sul loro volto.

Di farmi scomparire la cellulite. Di avere i capelli sempre in ordine e non questo guazzabuglio scomposto.
Di avere più tempo per me. E per Leo.
Di passare l’adolescenza dei miei figli senza (troppi) problemi. Di trovare una scusa buona per prendere e partire di nuovo.
Di avere più soldi, ma non per chissà quale motivo, solo per spenderli tutti nei libri. (E va bene anche in qualche paio di scarpe).

Di poter mangiare fino a morire senza ingrassare di un etto.

foto2Che Leo fosse felice. E anche Elio e Dario. E pure io.
Felice come adesso. Più di adesso.
Di farla finita una buona volta con i capricci di Elio e pure con le sue scenate e che diventasse docile e ubbidiente. (Non accadrà mai, è Scorpione ascendente Scorpione. Lo so, mi compatite).
Avrei chiesto un mare più pulito dove fare il bagno senza problemi.
Meno stupidità. E anche meno cattiveria e più gentilezza.
Avrei chiesto che cadesse ancora un’altra stella cadente che di desideri da esprimere ce ne sono sempre tanti e non sono mai abbastanza.

Invece, non ho visto neppure una stella. Ho visto solo gli occhi di alcuni amici, le risate chiare dei miei bimbi, la luna grande e bianca e me.
Con la stessa voglia di divertirmi di sempre e una nuova bellissima ruga.

La ruga di chi ha già sorriso tanto. E di chi spera di poter sorridere ancora a lungo. Molto a lungo.

foto4

4 comments to “Vorrei…”
  1. anche io a San Lorenzo ho chiesto ad una luna immensa che si specchiava sul Conero che la bellezza di questa vita segua così…

    Ti bacio e ti abbraccio cara mia 🙂

    p.s stavo per iniziare con il solito bravissima, mi sono commossa ecc ecc però basta dai devo pur cambiare repertorio, o no? A proposito di libri cosa mi consigli per il viaggione in Argentina?

    • uh, io adoro il tuo repertorio eh 🙂
      In ogni caso grazie di cuore, come sempre.
      In questo momento sto vivendo un amore incondizionato e assolutamente non corrisposto per David Foster Wallace, ma non so se si addice a un viaggio in Argentina. Altrimenti più leggero (e un altro dei miei amori) è Will Ferguson e il suo Autostop con Budda che parla di un viaggio in Giappone. Oppure Terzani, che non sbagli mai. Mai. O… e potrei continuare all’infinito, ma mi fermo che è meglio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *