Venezia è anche un sogno…

Venezia è anche un sogno
di quelli che puoi comperare

Francesco Guccini

Avevo già scritto, tempo addietro, di Venezia, così incantenvole così triste allo stesso tempo, ma non l’avevo capita, non l’avevo apprezzata come speravo.

Non lo so, troppi turisti forse. Forse ero diversa io.

So che ci sono tornata per festeggiare i miei 40 anni, a Ottobre 2020, e l’ho trovata magica. Ancora triste, sicuramente malinconica, ma di una bellezza struggente, di una meravigliosa solitudine.

Mi sembra di aver colto la sua anima, questa volta.
Sarà perché sono malinconica anche io, ora.
I 40 anni, il Covid, le varie limitazioni, la consapevolezza che la mia vita sia ragionevolmente a metà del percorso, i bambini non più così piccoli, le rughe che non possono più essere nascoste, i capelli bianchi a cui tento di arrendermi con naturalezza.

La lontananza forzata causa pandemia, il desiderio forte di una pausa dai millemila pensieri quotidiani, la paura di perdere anni preziosi. Tutto questo mi ha portato a decidere alle 12:00 di un venerdì pomeriggio che alle 15:00 saremmo partiti per Venezia.

E Venezia era lì ad accoglierci, magica e solitaria. Stranamente vuota, nelle sue calli silenziose di notte, nei bacari non affollati, nei ristoranti con i tavoli liberi.
Visitare Venezia in tempi di Covid (ottobre 2020) è stata un’esperienza surreale. Poter passeggiare sul Ponte di Rialto e potersi affacciare sulla laguna in pochi istanti, poi il giro in gondola partendo da una traversa solitaria, solo noi e il gondoliere e, infine, Piazza San Marco senza folla. Piazza San Marco in tutta la sua solitaria bellezza.

Non dimenticherò mai di aver visto Venezia davvero. Di averla sentita pulsare nelle mie vene. Non dimenticherò questo amore nato in tarda età e di quando i turisti, come noi purtroppo, erano pochi. Pochissimi.

Come i consigli utili che vi darò. Tre soltanto.

Dove dormire a Venezia? All’Hotel agli Artisti non che sia bello, ma è in un’ottima posizione, pulito e con colazione inclusa.

Dove mangiare a Venezia? Trattoria Bar Pontini, mitici. Si mangia benissimo e il rapporto qualità/prezzo è ottimo.

Dove bere un aperitivo e gustare super cicchetti a Venezia? Al Bar Alle Guglie, piccolo locale con gustosissimi cicchetti e prezzi moderati. Super consigliato.

Non lo sapevo, ma Venezia è davvero un sogno.
Ma non di quelli che puoi comperare. Di quelli che puoi vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.