Tbdi sì o tbdi no?

Chi mi conosce lo sa, io non sono una che fa polemica. (A parte quando sono un po’ alticcia, ma questo è un altro, lungo, discorso…) Dicevamo, io non sono una che fa polemica, ma questa domanda “Tbdi sì o tbdi no?” me la sono posta davvero (se vi state domandando cosa sia il Tbdi ecco qui la risposta).

E, dopo varie riflessioni ho pensato che sì, è vero, ci sono stati dei problemi, però, alla fine di tutto, ho pensato anche che solo chi non fa niente non sbaglia mai.

E che al Tbdi sono stata felice di esserci.
Di rivedere certe belle facce di bella gente che vedo troppo poco. Di incontrare di persona chi ancora non conoscevo, di abbracciare chi mi sembra di conoscere da una vita, anche se era la prima volta. Di bermi un mojito, di fare bisboccia, di sproloquiare, di abbracciare, baciare, selfare e stalkerare gente.

Sono stata bene, ed è questo che conta. Ho sentito interventi interessanti, formativi. Gente che ne sa a pacchi più di me. Gente a posto, gente tranquilla.
Ho riso di cuore, ho bevuto troppo (appena un po’ più del dovuto), mi sono lamentata, ho asciugato due lacrime inappropriate su una camicia provvidenziale, come il suo proprietario. Ho scoperto di essere “diabetica” da tanto zuccherosa.

Mi sono divertita. Davvero. Ho tanti sorrisi da ricordare. Ecco perché penso che la risposta alla mia domanda sia “Tbdi, assolutamente sì“.
Che delle polemiche nessuno se ne fa niente, ma della gioia di vivere, quella sì che conta. (Diabetica mode on).
All’anno prossimo, speriamo :)

Share and Enjoy

24 Comments
  1. bello essere diabetici come quel Mojito fin troppo pieno di zucchero. Che forse non era un caso! :)
    E’ stato bello conoscerti Vale, per scoprire che sei bella online e offline!
    Un abbraccione zuccheroso!

  2. Brava! Chi sa fare fa, chi non sa fare parla. Ovviamente nessun evento collima con i gusti di 300 persone, ma finalmente c’è qcs in Italia orientato al busienss del blogging, un evento dove veramente si parla di lavoro e si impara un sacco dagli altri. Grazie al TBDI anche l’Italia sta andando al passo con i tempi, per me, per il mercato italiano, è l’evento più utile, perche quando noi andiamo all’estero WTM o ITB difficilmente sono orientati a lavorare con l’Italia. Quindi TBDI si tutta la vita!

  3. Io quest’anno ci sono passata solo di striscio ma “solo chi non fa niente non sbaglia mai” è una grandissima verità in tutti i settori e da quei pochi interventi che ho sentito (come quello di presentazione del TBnet) si capisce che questi eventi aiutano ad alzare il livello di professionismo di tutti.

  4. Io posso dire che grazie a TBDI ho conosciute persone dal vivo che mai avrei pensato essere così in sintonia con me!
    Tu sei una di queste, spero ci sia un’occasione meno frenetica dove farci due belle chiacchiere. Quando vieni a Modena, scrivimi. Ezio.

  5. Ciao blogger sfigata e di serie B!
    Lo sai che mi devi una foto assieme? Ti sei fatta un selfie con mezza fiera e non con me. Questa me la lego al dito… sappilo!!!

    Bello vedere tanta gente criticare dall’alto del loro piedistallo, fatto di invidia e poca concretezza. Forse hanno rosicato talmente tanto che i gomiti non ce li hanno più. Ecco come li riconosceremo: saranno persone senza gomiti (oltre che senza palle… si può dire palle sul tuo blog? :D ).
    Ringrazio tutti quelli che hanno commentato prima di me. Persone intelligenti che senza piedistallo ci arrivano comunque a capire certi meccanismi. “Chi non fa non sa” l’ho scritto anche nel mio articolo post TBDI, dove finalmente mi sono tolta un macigno dalla scarpa. Chiedo scusa a tutte quelle persone che, da ora in poi, non considererò e con cui non vorrò avere niente a che fare, ma purtroppo io occupo il mio tempo in ben altro modo.

    PS: se vuoi recuperare il selfie mancato, mi puoi sempre offrire uno spritz quando vengo a Rimini :P

    • Ciao Eleonora,
      non ho letto il tuo post, ora rimedio.
      Uno spritz non si nega a nessuno quindi batti un colpo e intanto grazie del commento :)
      (p.s. le parolacce si possono dire, ma con moderazione eh :P )

Rispondi a camilla Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>