Riserva Privata San Settimio: dove i sogni, forse, possono avverarsi

Quando ho ricevuto l’invito ad andare alla Riserva Privata San Settimio, non ho esitato un secondo ad accettare. La prima ragione è che amo viaggiare, la seconda è che avrei avuto una compagna di viaggio speciale, Sara di Travelgum e la terza, la più importante, è che mi sembrava un luogo favoloso.

Le Marche sono una regione quasi dimenticata d’Italia, vengono prese in considerazione dopo la Toscana, l’Umbria e l’Emilia Romagna, eppure non hanno niente da invidiare a nessuna di queste regioni, anzi. Hanno un entroterra dove verdi colline lasciano vagare lo sguardo su panorami emozionanti, città e borghi medievali perfettamente conservati, hanno tradizioni culinarie che non deluderanno i golosi, insomma hanno tutto quello che serve per una vacanza perfetta. Così come lo è stata la mia.

Tutte le informazioni pratiche ve le darò tra poco. Se volete saltare questo paragrafo è il vostro momento perchè sto per parlare di cosa ho sentito, di come mi sono emozionata, di quanto ho riso e anche di quella volta che ho pianto. Sì, perchè in questo luogo magico dove si respira energia e pace, ci si sente accolti, coccolati, accompagnati. Ci si sente piccoli immersi in una natura così maestosa che ancora è regina. Ci si ritrova ad ammirare il paesaggio, a riempirsi gli occhi di verde sconfinato, ad apprezzare il cielo plumbeo e la pioggia che cade sottile sopra la testa. Ci si ritrova a mollo in acqua calda con la mente vuota e un unico pensiero: eccomi, sono io, sono qui, ora.

Si conoscono persone nuove, che sanno ancora sorridere, che mettono passione nel loro lavoro. E la passione è tutto per me. Dove niente è lasciato al caso eppure nessuno mai è invadente. Dove si può cenare nella penombra, chiacchierando amabilmente ridendo di cuore e poi perdersi nei ricordi e piangere. Una volta. Una volta soltanto. Perchè qui, davvero, in questo angolo di paradiso che è la Riserva Privata San Settimio, tutto è possibile. E quindi, forse, anche i sogni possono avverarsi.

Come arrivare alla Riserva Privata di San Settimio

La Riserva si trova a 30 km da Senigallia, una volta usciti dall’autostrada ci si inerpica su per verdi colline in direzione Corinaldo, poi Arcevia e poi Palazzo. Bisogna arrivarci in auto. Mezzo di trasporto che vi servirà anche all’interno dell’albergo. Trattandosi infatti di un albergo diffuso le camere sono distanti tra loro, dal ristorante e dalla Spa. L’auto è quindi indispensabile.

Le camere

Come dicevo sopra la Riserva Privata San Settimio è un albergo diffuso: le camere sono dislocate in luoghi differenti e piuttosto distanti tra loro. Parlare di camere è decisamente riduttivo, si tratta infatti di veri e propri casolari a vostra disposizione. Sono tutti impeccabili e perfetti, dotati di ogni comfort, con cucina, frigo, spazio esterno. Ogni casolare è diverso. Vi posso garantire che ogni camera è perfetta e anche la standard che è la più economica, lasciatemelo dire, è me-ra-vi-glio-sa.

SPA

L’ingresso alla Spa è a pagamento anche se è scontata per gli ospiti della Riserva. Sono disponibili un bagno turco, una sauna e un’area relax dove si trovano due piscine con idromassaggio, dei lettini e delle tisane da sorseggiare. Il tutto davanti a vetrate che mostrano verde, verde e ancora verde. Il colore del relax per eccellenza. Nel silenzio della sala vuota, con gli occhi puntati verso il paesaggio, dentro le mille bolle calde dell’idromassaggio, mi sono trovata a sognare ad occhi aperti. E poi ho capito: non stavo sognando, era tutto vero.
Volendo potete fare anche dei trattamenti come massaggi o pulizia del viso. Accappatoio, asciugamani e ciabatte vi saranno forniti all’ingresso della Spa, nello spogliatoio troverete shampo, bagnoschiuma e crema per il corpo. Ogni piccolo dettaglio è stato pensato per voi, per coccolarvi.

Ristorante

Il ristorante è completamente di legno, illuminato sapientemente. Sarete serviti da un cameriere cordiale e attento, i piatti sono speciali e tutti della cucina tipica marchigiana. Accompagnateli con un vino rosso della casa, prodotto direttamente nelle rigogliose colline della Riserva, vi viene in mente qualcosa di più da chiedere? A me, sinceramente, no.

Sport

La Riserva Privata San Settimio è immersa in 400 ettari di terreno, che furono una personale riserva di caccia del padre dell’attuale proprietaria. All’interno della tenuta ci sono ben 80 km di strada sterrata quasi completamente percorribili.
Gli sporti possibili sono:

  • Trekking: indossate le scarpe adatte, preparatevi il pranzo al sacco e partite per esplorare questa terra strabiliante percorrendo i vari sentieri che si inerpicano su per le colline.
  • Equitazione: c’è un maneggio dove è possibile prendere lezioni sia per principianti sia per esperti. L’ideale è una passeggiata a cavallo immersi nelle meraviglie naturali. Vi sembrerà di toccare il cielo con un dito.
  • Jeep: gli 80 km di strada su sterrato sono percorribili con un’escursione in fuoristrada dove un autista preparato e appassionato, Maurizio, saprà trasmettervi l’amore che ha per il suo lavoro e questa terra, che ormai è la sua. A una gita in jeep abbinate un incantevole aperitivo nel punto panoramico più suggestivo della riserva. Un cestino da picnic viene prontamente tirato giù dall’auto, la bottiglia di Prosecco viene stappata. Si tirano fuori i calici e qualche stuzzichino. Cosa chiedere di più? Nulla, davvero nulla.
  • Quad: per i più spericolati è possibile organizzare delle uscite in quad, il divertimento è assicurato.
  • Ponte Tibetano: infine per chi alla guida preferisce mettersi alla prova fisicamente c’è questo ponte costruito con funi alle quali si viene imbragati e si cerca di attraversa un lago. (Buona fortuna, io non lo farei mai e poi mai :) ).
  • Piscina all’aperto libera: affacciata su un panorama sensazionale, difficile descriverlo a parole, a mollo in acqua affacciati su quello che sembra essere l’ombelico del mondo, proprio come diceva Lorenzo Cherubini,  è qui che nasce l’energia, centro nevralgico dell’universo da qui che parte ogni nuova via. Non credo si possa capire finchè non ci si è stati, per questo vi consiglio di andarci :)
  • campo da calcetto o tennis: ad uso gratuito nelle ore diurne.

Il Teatro

Non so se saprò descrivervi questo luogo da favola. E’ solo ed esclusivamente per gli amanti del lusso. Costa € 500 a notte, volendo può ospitare fino a 4 persone. E’ un immenso loft con soppalco, dove vi aspettano pareti pieni di libri, enormi letti di fronte alla finestra, un adorabile giardino pensile, una cucina da sogno con tutti gli attrezzi del caso, una scrivania che si affaccia su erbose colline. Una casa chic e hippy al tempo stesso.

Sognare ancora è concesso… Per questo io mi immagino lì nella mia prossima vacanza, a leggere stesa sul divano con una musica di sottofondo, mentre il sole dell’alba filtra dalle finestre e mi illumina il voltosorridente.

Share and Enjoy

5 Comments
  1. Pingback: Riserva privata San Settimio: un weekend di relax nelle Marche in un albergo diffuso | Travelgum il Blog di viaggio Sara Paolucci. E ancora, ricette, letture e sciapità

  2. Pingback: A, B, C e… | Nessun dorme

  3. Pingback: Liebster award | Nessun dorme

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>