Carpegna: una gita fuori porta

L’entroterra di Rimini confina con le bellissime colline verdi delle Marche, con il meraviglioso Montefeltro.

Per scappare dal caldo di questo Agosto bollente e affollato nella mia, altrimenti bellissima, Rimini, siamo partiti per una gita fuori porta a pochi passi dalla città: Carpegna.

La Carpegna è un piccolo comune montano che si trova in provincia di Pesaro e Urbino, a un’ora di auto da Rimini. Parte del suo territorio è compreso nel Parco naturale regionale del Sasso Simone e Simoncello. Il piccolo paese si trova ai piedi del Monte Carpegna alto circa 750 metri, che d’inverno è anche una stazione sciistica.

Ci sono diversi punti interessanti per una gita in Carpegna. Il mio preferito è la Cantoniera, un prato verde con area giochi per bambini dove potete tranquillamente attrezzarvi per un picnic.
Oppure il Cippo, punto di partenza per fare  trekking, ci sono tavoli di legno e un bar ristorante per chi preferisce non portarsi il pranzo al sacco.
Infine c’è l’Eremo, che non ho visto di persona, ma mi hanno raccontato di mucche che pascolano libere, di uno spiazzo in fondo alla salita che porta su, a quest’angolo poco battuto dall’uomo.

Tante persone vengono qui a prendere il fresco della montagna mentre giù a valle non si respira.
Con un cesto di vimini con dentro qualche panino, bottiglie d’acqua e un cappello di paglia in testa con un telo di cotone, arrivare in questa montagna così ospitale rende la giornata felice.
Nel senso più vero del termine.

Felice perchè qui c’è ancora un silenzio profondo che ti permette di sentire il fruscio del vento tra i fili d’erba.
Perchè qui non si corre.
Perchè si saluta chi si incrocia sul proprio cammino.
Perchè qui non ci sono pericoli e si può giocare liberi nei prati.

Felice perchè mentre torno verso la mia adorata Rimini, mi porto dentro il sorriso aperto della gente di montagna, un sorriso che qui in città non ho mai visto, davvero. E’ un sorriso di chi sa cosa conta e cosa vale, di chi conosce il ritmo lento dello scorrere delle stagioni, a volte clementi come l’estate, a volte così dure come l’inverno nevoso.

Felice perchè qui puoi camminare a piedi scalzi sull’erba e ricordarti da dov’è che veniamo, da questa terra bassa e fumosa che fa di noi questo essere umano così complesso che alza gli occhi al cielo mentre tiene i piedi fissi lì, per terra appunto.

Chiudete gli occhi, godetevi il fresco, siete qui. Siete in Carpegna.

Photo credit: Agriturismi UrbinoLeonardo Neri

Share and Enjoy

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>