25 Aprile a Perugia: tra romanticismo e turismo gastronomico

Il 24 e 25 Aprile, due giorni di assoluta libertà. Sono il frutto di uno splendido regalo: un move box, Borghi di charme. Uno smart box altro non è che un cofanetto regalo, con il dono migliore che si possa desiderare: un viaggio. Il mio ci permetteva di soggiornare una notte per due persone in tutta Italia.

Mentre sfogliavamo il catalago, ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti, quasi nello stesso istante, “E se per una volta il nano malefico restasse a casa?” Sentivamo la necessità di questi due giorni di completo relax, all’insegna del romanticismo e della vita di coppia.

La nostra meta: Perugia

Città stupenda, piena di monumenti meravigliosi, circondata da verdi colline e boschi, con il lago Trasimeno a due passi. E’ una città che mi ha conquistata con il tempo. Grazie anche al mio compagno che ha lì i ricordi più belli, legati al periodo universitario. Con lui abbiamo passeggiato per le strade del centro cittadino, siamo arrivati al Belvedere (anche se la nebbia non permetteva di far vagare lo sguardo troppo lontano), abbiamo ammirato il Teatro Morlacchi e la Fontana Maggiore, nella piazza più importante della città, siamo scesi nella Rocca Paolina, affascinante città sotterranea dove spesso troverete mercatini o installazioni.

Ma il nostro desiderio più grande era gozzovigliare e quindi…

Dalla Maria: la torta al testo

La Maria è un noto ristorante sul lago Trasimeno. E’ spartano e self service, la coda è assicurata perchè il cibo è squisito e i prezzi modici. Dalla Maria si mangia la torta al testo, tipica dell’Umbria.
Che cos’è la torta al testo? E’ una torta salata che può essere riempita a piacere. Con le erbe e la salsiccia, con il prosciutto, melanzane e pecorino, pancetta e mozzarella di bufala, o ancora con la porchetta. Insomma a voi la scelta. E’ una delizia per il palato.

Pietrafitta: Sagra degli Asparagi di Bosco

Dovete sapere che, in primavera e estate, in Umbria in generale e a Perugia in particolare, sono diffusissime le sagre di paese dove si mangia divinamente. Alla Sagra degli Asparagi di Bosco che cosa avremmo potuto mangiare se non un antipasto misto e poi filetto e stinco di maiale accompagnati da salsa di asparagi? Anzi, scusate da ottima salsa di asparagi. Il tutto sorseggiando del prosecco e poi un sangiovese superiore!

In centro a Perugia, all’Osteria a Priori

Tutti questi pasti luculliani li abbiamo fatti fuori Perugia e quindi almeno uno era dovuto farlo in centro città.

All’Osteria a Priori, a farla da padrone è il tartufo, insieme a un insolito e quantomai delizioso ragù bianco di chianina e piselli. Qualcosa che si avvicina al divino per il palato! Il menù non è particolarmente ampio, ma sono tutti piatti tipici umbri, preparati a mano e con prodotti di qualità. Tutto accompagnato, permettemi il gioco di parole, da un vino divino! I prezzi poi restano contenuti.

Dormire all’Agriturismo Il Poggiolo

Casolari antichi, dove ancora è di casa un’estrema cortesia. Immersi nel verde, tra maestosi alberi, abbiamo ritrovato la pace interiore. L’Agriturismo Il Poggiolo è un luogo perfetto per un weekend di relax e tranquillità, senza allontanarsi da Perugia (distante 10 minuti in auto). Troverete una piscina (esterna), un maneggio di cavalli e delle biciclette a disposizione degli ospiti. Le camere sono ampie, luminose e linde.

Se potete, concedetevi il lusso di un weekend romantico, mangiate bene e bevete meglio. Ritrovate il piacere di stare seduti a tu per tu, chiacchierando amabilmente senza dovervi preoccupare di niente e nessuno, se non della vostra dolce metà.

A dire il vero, al ritorno il nano malefico era mogio mogio e noi avevamo parecchio nostalgia e qualche vago senso di colpa, ma confesso che ne valeva la pena per tutto l’ottimo cibo e vino che abbiamo trangugiato e soprattutto per queste 48 ore di assoluto relax e le 9 ore di sonno senza interruzioni!

Come ho già detto: mamma sì, ma anche donna! E quindi godetevi la vita!

Photo credit: Leonardo NeriFormazione LavoroOriginal ItalyOlivia e MarinoLeonardo Neri

Share and Enjoy

2 Comments
  1. Pingback: La mia gita in Umbria: tra torta al testo e tartufo | Nessun dorme

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>