Oggi 33, domani chissà

Il mio viso si copre di piccole rughe e i capelli imbiancano. Come gli anziani comincio ad amare l’autunno e la malinconia. Ma sono felice. E sono felice perchè se guardo indietro vedo una vita fortunata. Una vita che è la mia.

Oggi ricordo, domani chissà.

1. La prima volta che sono stata vile e invece di tendere la mano l’ho ritirata. Quella volta mi ha insegnato la vergogna e il senso di colpa.

2. Il primo bacio a 14 anni, in un’alba rumorosa di una Rimini invernale.

3. La prima volta che mi sono innamorata davvero, a 17 anni. Dell’uomo che ancora oggi divide con me la sua vita.

4. Le uscite con le amiche in motorino a cantare, ridere e urlare forte aspettando il mattino, che 16 anni li hai una volta sola.

5. Il primo campeggio a naso all’insù a contare stelle cadenti e per ogni stella un desiderio.

6. Delle lettere d’amore, chiuse in un cassetto.

7. La mia nonna Delia che, ovunque sia ora, sarà sempre nel mio cuore e come lei nessuna mai.

8. Elio e il suo primo sorriso.

9. Dario e la prima volta che mi ha preso la mano, con la sua così piccola.

10. Leo che tutti i giorni ancora mi bacia, dopo 9 anni di vita insieme.

11. L’università con i suoi 5 anni di divertimento, passioni, sogni e amici.

12. Un viaggio a Parigi con la Moni e la Bea che erano, sono e sempre saranno nel mio cuore indelebilmente.

13. Reggio Emilia e la pianura padana, la mia adorata seconda casa.

14. La mia prima (e unica) patetica dichiarazione d’amore fatta per fortuna a chi ha saputo dirmi no con dolcezza e fingere poi che niente fosse successo.  Ma io ricordo bene e chissà se anche lui ricorda.

15. Le tante volte che ho ferito qualcuno con la mia boccaccia che non sa stare zitta. E come mi rincresce di averlo fatto con mia madre.

16. Qualche amica nuova, incontrata per caso.

17. Il G8, i miei 20 anni e mio padre insieme a me. E stare lì a urlare, sapendo di essere dalla parte giusta.

18. Mio babbo e la sua ansia che cresce con l’età.

19. Mia madre e la nostra diversità congenita.

20. Rimini, con il mare in autunno che è una meraviglia.

21. I tanti concerti a cantare a squarciagola fino a non poterne più, e a ballare a piedi nudi fino a cascare a terra esausti.

22. Questo blog, il mio diario a cielo aperto.

23. Un viaggio in Portogallo e Spagna, cinque amiche, un’auto sgangherata e un falò sulla spiaggia.

24. Le Tremiti quando ancora eravamo in due. Il mare, il silenzio e l’amore.

25. La prima volta che ho fatto l’amore.

26. Un amico che da qualche parte c’è ancora, ma di sicuro non c’è più per me.

27. La sofferenza di dover lasciare partire chi ami, ma se lo ami non puoi fare niente di diverso.

28. L’alba dopo una notte di festa. Quante albe ho visto, tutte diverse e tutte uguali.

29. I 6 mesi trascorsi in Francia, sola e disperata.

30. Quella volta che credevo di averlo dimenticato e invece era sempre e solo lui che cercavo.

31. Le lacrime strozzate con la faccia sul cuscino.

32. I rospi e le delusioni lavorative, ma anche qualche gratificazione.

33. Il silenzio di una giornata qualunque in cui compio 33 anni. E così sia.

Share and Enjoy

7 Comments
  1. riempirei questo blog di cuoricini <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 ma poi sembrerei psicopatica :D

  2. Ciao Vale! Per spezzare la mattina e per interrompere le mie ansie e le mie arrabbiature mi sono imbattuta nel tuo post… Penso che già al punto numero due stavo piangendo come una matta… Quindi per non essere considerata completamente pazza ho proseguito a piccole dosi e finalmente all’ora di pranzo ho terminato la lettura gustandomela un po’ alla volta.. È sempre un piacere leggerti: trasparente, sincera, aperta senza paura di mostrare le tue debolezze ma anche orgogliosa di gridare al mondo che sei felice, si perché è ora di avere il coraggio di dire quando si è felici..
    Brava Vale .. Ma soprattutto tanti auguri ;-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>