I nonni: croce e delizia insieme

I nonni danno un aiuto indispensabile e prezioso nel difficile compito di crescere un nano malefico. Allo stesso tempo però, i nonni sono anche invadenti, impiccioni, ficcanaso e pesanti come il Duomo.

Come avrete già capito, il rapporto che ho con i nonni del nanetto è assolutamente ambivalente e schizofrenico.

Senza di loro crescere un piccolo dittatore è più difficile e meno bello. I nonni li puoi amare senza problemi, puoi perdonare loro tanti difetti e sbagli che ai tuoi genitori non perdoneresti mai. Puoi prenderli ad esempio e fare di loro un modello.

Loro ricambiano l’adorato nipote (del quale pensano “è l’unico genio sulla faccia della terra, il bambino più sveglio dell’universo intero”) di amore puro e vero, di amore assoluto perchè non devono sgridarlo, redarguirlo, indirizzarlo verso la retta via. Possono viziarlo e coccolarlo e farlo scatenare. Tanto dopo qualche ora arrivano i genitori, i quali hanno l’arduo compito di vedersela con la furia omicida a cui è stata sciolta la briglia.

Crescere senza nonni è più triste. I ricordi più belli che ho, sono con mio nonno quando mi portava sul motorino a 3 anni (senza casco ovvio) e scappavamo dal cane che ci inseguiva fino all’asilo, con mio nonno che mi raccontava favole fantastiche che mi hanno insegnato l’amore per la lettura e che purtroppo ho dimenticato. Con mia nonna che mi faceva succhiare il cucchiaino del caffè intriso di zucchero, o che mi tirava il panino dalla finestra o che mi dava la fiesta (sempre a 3 anni, poco alcolica… ma a quel tempo non c’erano tutte le fisime di oggi).

Eppure ora che io sono mamma e ho a che fare con i nonni del mio nano malefico, penso sempre che vorrei prendere il porto d’armi per potermi comprare un bazooka e fare una strage familiare. Per fortuna siamo in Italia e non in USA.

Sì perchè in questo caso, i genitori diventati nonni, sanno essere tremendamente implacabili nei loro giudizi mai espressi chiaramente.

Facciamo un breve elenco delle frasi che vengono dette, i significati sottintesi e la mia risposta (solo immaginata, altrimenti si creerebbe un putiferio familiare che porterebbe a tragedie cosmiche che condurrebbero alla fine del mondo predetta dai Maya proprio per la fine di quest’anno):

  • Frase: “Ma come hai comprato una pesca adesso? ORA? (Rivolgendosi al nonno, esperto agronomo) Ma ci sono ORA le pesche?”
    Sottinteso: “Hai comprato del cibo scadente e forse avvelenato che potrebbe uccidere il tuo minuscolo e indifeso figlio“.
    Risposta: “Non sapevo che una misera pesca potesse uccidere
  • Urlo di panico, seguito da questa drammatica affermazione “Ma guarda qui i capelli? Ha un ciuffo più lungo e uno più corto!
    Sottinteso: “Non sei nemmeno capace di fare una cosa semplicissima come tagliare BENE i capelli a tuo figlio, lo mandi in giro come uno straccione” (non me ne vogliano gli straccioni, io non ho niente contro di loro)
    Risposta: “Prova tu a tagliare i capelli a un bambino che sembra posseduto più della bambina dell’Esorcista, dopo vediamo se questi due millimetri di differenza sono così importanti
  • “Hai comprato la banana biologica? No, perchè la MIA BANANA è BIOLOGICA.”
    Sottinteso: “Hai comprato cibo velenoso e cresciuto nell’uranio arricchito per un bambino di un anno, sei una madre snaturata
    Risposta: “Gesù santo, aiutami tu a non sterminarli. Aiutami”
  • “Ma cos’è questo ciuccio che tieni in bocca tutto il giorno? Dalla nonna NON LO TIENI MAI, MAI.”
    Sottinteso: “Io lo accudisco meglio di te, infatti non ha bisogno del ciuccio. Invece quando è con te, ne ha bisogno perchè sei una madre snaturata”
    Risposta: “Ora uccido, Gesù o non Gesù”
  • “Ma come non dorme? Quando è qui da noi, DORME BENISSIMO, tutta la notte”
    Sottinteso: “Ti lamenti troppo, devi sacrificarti e tacere stoicamente, altrimenti non sarai mai una brava mamma”
    Risposta: “Eh beh certo, te stai sveglia tutta la notte a guardarlo e poi gli ficchi il ciuccio in bocca appena gli esce, dorme sì”

Queste affermazioni possono variare da famiglia a famiglia, ma se esiste anche solo una madre o una suocera in grado di tacere invece che recriminare, beh consideratevi fortunate.

In ogni caso sono giunta a una conclusione: i nonni sono speciali per i nipoti e un incubo per i genitori.

Photo credit: Baby ClubPianeta MammaMuoversi insieme

Share and Enjoy

2 Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>