Prima soluzione: il compleanno con i parenti

Abbiamo parlato di come organizzare il PRIMO compleanno di un nano malefico, dove saggiamente vi suggerivo di lasciare perdere.

Per caso qualcuna di voi ha intenzione di ascoltare questo avveduto consiglio? No, vero? Bene. Allora eccoci alla prima opzione possibile delle tre prospettate.

Confesso che è stata la mia scelta e, quindi, parteggio per questa soluzione. Abbiamo festeggiato il primo anno di vita del nano malefico con i nonni e gli zii e basta.

Ma ho dalla mia la forza della ragione: abbiamo pranzato, mangiato la torta e aperto i regali. Tutto è stato meravigliosamente breve e indolore.

Certo se la vostra famiglia vi stressa e i suoceri sono pesanti come un macigno, forse è una soluzione da scartare perchè comunque almeno un paio di ore vanno trascorse in compagnia della famiglia riunita al gran completo.

Io vi suggerisco di andare fuori a pranzo, per diversi motivi:

  • Prima di tutto, siete serviti e riveriti e non dovete preparare il pranzo o la cena per orde di parenti affamati, che l’ultima volta che hanno mangiato voi non eravate nemmeno in dolce attesa.
  • Secondo non dovrete rassettare tutto prima e dopo il compleanno. Dopo aver banchettato con la sontuosità degna di un festino dell’antica Roma, ovviamente la casa è da pulire e a meno che non abbiate sposato l’uomo perfetto (e in tal caso io vi odio) sarete voi a dover pulire tutto. Se vi state domandando perchè dovreste pulire prima del pranzo, siete delle donne fortunate. Significa che nè vostra madre, nè vostra suocera entreranno in casa con quello sguardo di disapprovazione che io sono anni che mi alleno ma non mi viene neanche a pagare oro.
  • Terzo motivo: in genere pagano i nonni. E la regola assoluta e indiscutibile vuole che riuscire a scroccare un pranzo gratis sia sempre cosa gradita e giusta.
  • Ultima ragione, ma non meno importante: se scegliete un ristorante con un bel po’ di casino c’è caso che non si debba parlare e che si possa mangiare in santa pace.

Se volete organizzare in casa, mi dispiace ma non posso aiutarvi. Non so cucinare e mi faccio un vanto del fatto che non imparerò mai. Se proprio però insistete perchè siete delle cuoche provette e vi piace stare ai fornelli, ok per il compleanno in casa ma vi consiglio di prepararvi una via di fuga.

Come? Beh basterà comunicare gli orari del vostro bambino a tutti, dicendo, che ne so, che alle 14 massimo deve dormire (o le 21 se si tratta della sera) e se a un certo punto vi rendete conto che vi siete messe in trappola con le vostre mani e che hanno piantato le tende e che nessuno ha intenzione di schiodarsi da casa vostra, allora ricordatevi della via di fuga.

Prendete una scopa in mano e branditela sbraitando, finchè l’ultimo parente non sia uscito di casa.

Fuori questione accettare l’offerta di trascorrere il primo compleanno da una delle nonne, perchè rischiate di scatenare una rivalità sopita e celata che potrebbe portare a una faida decennale.

Credetemi, è tutto vero.

Per il compleanno con gli amici dei genitori e il compleanno con gli amichetti (indiavolati) del nano malefico, arriveranno “preziosi” consigli prossimamente.

Photo credit: Isola Felice100 bimbi

Share and Enjoy

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>