Mamme, non leggete… i manuali

Ogni donna, quando resta incinta, ha una tentazione folle: leggere uno (o cento) dei tanti manuali che affollano gli scaffali delle librerie. Quei bei libroni con foto a tutta pagina e spiegazioni dettagliate su come si fa cosa e perchè.

In genere sono libri che iniziano dolcemente e poi, pagina dopo pagina, si riempiono di “non si fa” o “va assolutamente fatto“.

La mia personale e, sicuramente contestabile opionione, è che siano tutte delle fandonie. Gigantesche, enormi fandonie.

Non esiste una regola universalmente valida e soprattutto non esiste un’unica regola che sia valida per tutti i bambini.

Nella foga e nell’ormai dimenticato tempo libero che ho avuto durante la mia prima gravidanza ho letto diversi manuali che dispensensavano i consigli più disparati. Quel che ne ho ricavato è stata una confusione madornale e un gigantesco senso di colpa perchè mio figlio (o meglio il nano malefico) non “rispondeva” come avrebbe dovuto.

Vista la fallimentare esperienza ho deciso che, con il secondo pargolo, avrei semplicemente risposto ai suoi bisogni. Mamme, non abbiate paura, i bambini fino a tre mesi non fanno i capricci. Esprimono dei bisogni e voi siete lì proprio per rispondere a questi bisogni.

Diffidate dunque di chi ha tutte le risposte pronte di fronte alle vostre perplessità.

Perchè una sola è la risposta giusta e vera: ascoltate il vostro cuore e il vostro istinto, non vi tradiranno. (Poi è scontato che in un modo o nell’altro sbaglieremo, quindi meglio farlo con il sorriso sulle labbra, no?)

Godiamoci questi momenti. Arriverà il giorno che saranno loro a non aver più bisogno di noi. E dubito che lo vivremo con gioia.

Share and Enjoy

3 Comments
  1. Pingback: I papà vengono da Marte, le mamme da Venere | Nessun dorme

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>