Di cosa ha bisogno un bambino per essere felice?

Di cosa ha bisogno un bambino per essere felice?
Non ditemi, vi prego, che non ve lo chiedete anche voi. Io ci penso spesso.

Tanto spesso da rendermi conto di quante volte sbaglio in un’unica giornata. Mi chiedo ogni giorno se sapranno perdonarmi gli inevitabili errori, le mie assenze, forzate a volte, ma più spesso ardentemente desiderate.
Mi perdoneranno i silenzi quando avrei dovuto parlare? Le troppe parole dette quando, invece, avrei dovuto tacere? I rimproveri al posto degli abbracci, le urla al posto delle parole dolci. Le volte che mi hanno visto e che mi vedranno piangere, quando invece, per loro, vorrei apparire invincibile, forte come una roccia?

Mi rimprovero le parolacce che mi scappano e il mio bofonchiare continuo. Il non saper dire no in modo fermo e deciso. Le volte che perdo la pazienza. Quando fingo di non vedere sfinita dalla giornata troppo lunga, quando cedo invece di resistere, le volte che li lascio a casa invece di portarli con me. La solitudine di questo pomeriggio in cui io vorrei stare con mio figlio e lui mi chiede di scendere dalla nonna che, io lo so, lì lui si diverte di più. E questo, questo mio esserci e non esserci, potranno mai perdonarmelo?

Davvero, mi chiedo quasi tutti i giorni di cosa hanno bisogno i miei figli per essere felici. E forse una risposta c’è.

Oltre all’amore, i bambini, per essere felici, hanno bisogno di tempo. Del nostro tempo. Di quel tempo che non c’è. Del tempo rubato alle faccende, al riposo personale, alla carriera, alla vita di coppia, alle amiche, al parrucchiere, alla palestra, alla nostra dolce metà.

Non voglio certo dirvi di sacrificare tutto al vostro bambino (io non lo farei mai). Voglio dirvi però che quel tempo che crediamo di non avere è il tempo per la (sua e nostra) felicità.

Il tempo che non tornerà per stare a sentire le sue storie senza senso, per giocare a rincorrersi, per leggere un libro, per sognare così, semplicemente, a occhi aperti.

Un amico mi ha detto “il tempo è il bene più prezioso che abbiamo“. E’ così davvero. E cosa ci costa trovare un po’ di questo tempo per il nostro amore più grande?

Lasciate che tutto il resto vada in malora. Che l’unico tempo che conta è il tempo che abbiamo passato a sorridere insieme, o no?

Share and Enjoy

6 Comments
  1. Condivido questo discorso sul tempo e mi permetto di aggiungere due piccole riflessioni.
    Non dobbiamo dedicar loro tutto il nostro tempo, dobbiamo riuscire ad essere così “egoiste” da riuscir a difendere con i denti un paio di ore a settimana x fare quello che amiamo. Xchè è molto più bello stare con una madre felice e soddisfatta che con una sclerata …

    Inoltre penso che valga molto di più la Qualitá del tempo che trascorriamo con loro rispetto alla Quantitá di ore passate a far finta di stare con loro. L’ho sempre pensato, fin dal momento in cui ho deciso che sarei tornata a lavorare e non me ne sono ancora mai pentita …

    E finisco aggiungendo un piccolo ingrediente alla lista del “tempo rubato” …
    I nostri figli hanno bisogno anche del tempo rubato al blog e ai social media: non sai quante volte leggo commenti di mamme scocciate xchè il bimbo si è giá svegliato e non possono finire il post o vedo foto di bimbi – anche piccoli – fotografati vicini al pc nelle pose più impensate con commenti del tipo “cosa mi tocca fare x continuare a essere collegata” …
    Non ti dico la pena che provo in questi casi e la voglia di urlare “no! Così non va ….”

    • Monica grazie tante per aver condiviso con me le tue riflessioni. Io penso sempre che tutti sbagliamo, ma lo facciamo con amore… Quindi speriamo bene :) Poi sono anche convinta che arriverà un tempo in cui saranno loro a non aver tempo per me, mi conviene preparmici :)

  2. Grazie vale, un post bellissimo come sempre, soprattutto per la semplicità e umiltà con cui lo hai scritto. Credo anche io come Monica che la qualità sia più importante della quantità e che sia importante che anche la mamma abbia i suoi spazi. Detto ciò sbagliare è (purtroppo) inevitabile
    Un abbraccio eli

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>