Cosa succede quando scopri di essere incinta?

Nel preciso momento in cui riesci a dire al farmacistaUn test di gravidanza, grazie” lì senti che tutto potrebbe cambiare in un momento.

Un solo, minuscolo, momento.

Il test di gravidanza va fatto al mattino. Per fare quella benedetta pipì ci ho impiegato circa 25 minuti. Per scoprire come andrà il tuo futuro devi aspettare 120 secondi. In quei 120 secondi ho pensato a tutto il passato e a tutto il mio futuro. Mi sono fatta 180 milioni di domande. E sì, ho fatto tutto questo in soli 120 secondi.

Finalmente il responso: sì sono incinta.
Ok. Ora devi solo dirlo al tuo compagno, marito o fidanzato. Ci sono donne che corrono subito a dirlo, altre che cercano il momento giusto. Io ho semplicemente aspettato. Non sapevo come e quando dare questo aggiornamento di stato familiare, non è esattamente come informare qualcuno sulle previsioni meteo del giorno dopo. Così ho aspettato un giorno. Un giorno intero e poi la sera dopo, in un momento di silezio assoluto, l’ho detto.

E’ una notizia bellissima ma che ti sconvolge la vita. Secondo me esiste una sola maniera di comunicarla, ed è stata “Sono incinta”. Punto.

Passato il primo momento di spaesamento, paura, emozione, gioia infinita e poi terrore, di nuovo felicità assoluta e poi attacchi di panico, inizia il periodo della gravidanza.

Tutte le donne che in questo momento sono incinta o lo sono state, sanno che è veramente un periodo particolare. Si è felici da impazzire e un attimo dopo si piange a dirotto. Ci si sente invincibili e poi minuscole e insignificanti. Insomma si è decisamente instabili emotivamente, per non dire totalmente schizofreniche e con la sindrome della doppia personalità. In questa fase è fondamentale avere un uomo che ci capisce, che sa sopportarci e supportarci, che ci coccola e ci lascia in pace quando è il momento.

Qualche prezioso consiglio per gli uomini (se vogliono cercare di sopravvivere alla furia di una donna incinta e arrivare incolumi al momento del parto):

  • la vostra donna è bellissima, non è mai stata e mai sarà più bella di quant’è in questo momento, nonostante la pancia, la cellulite, le mani e i piedi gonfi come palloni
  • la vostra donna non mangia mai troppo e per questo è ancora magra come prima di entrare in gravidanza. Mi raccomando mai, MAI, dire a una donna incinta che ha preso troppi chili. Potrebbe piangere a dirotto per giorni, portare il muso per mesi e mesi (le donne si sa non dimenticano) oppure uccidervi seduta stante con frasi del tipo “sono io che faccio tutta la fatica”. Fatto peraltro vero, quindi cucitevi la bocca e sopportate in silezio
  • la vostra donna ha sempre ragione. SEMPRE. Perchè? Perchè è incinta e se la contraddite vorrà dire che non la amate/capite/aiutate abbastanza, quindi anche qui dite sempre e solo “Sì amore”

Se seguirete questi semplici consigli potrete godervi la gioia di avere un figlio che renderà le vostre notti insonni e piene di vita.
Care amiche vi consiglio di sfruttare al massimo questo breve periodo della vostra vita, mai più vi ricapiterà che sia naturale che vi lascino il posto a sedere in autobus, che possiate saltare la fila del bagno, che possiate starvene comodamente splamate sul divano mentre il vostro lui vi porge un bicchiere d’acqua/coppa di fragole con panna/una pizza a mezzanotte.

Nessuno (con un minimo di cervello) vi dirà no. E quando vi ricapita?

Ecco cosa succede quando scopri di essere incinta :)

Photo credit: Blog MammaValentina Gattei

Share and Enjoy

7 Comments
    • Grazie Elena, davvero. Alex immagino che tu, da uomo intelligente e in gamba quale sei, conoscessi già gli elementari consigli che si trovano in questo post, vero? ;)

  1. Pingback: Io che non so scegliere, provo a fare questa classifica… | Nessun dorme

  2. Pingback: Benvenuti sul palco. “Questo è il mio primo post”… |

Rispondi a Cristiano Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>